#fatticoncreti Edotoriale

Care cittadine, cari cittadini,

vi do il benvenuto nel mio spazio digitale elettorale! E mi riferisco non solo al mio sito ma anche e soprattutto a quello di Spoleto Popolare e Alleanza Civica, le liste civiche che saranno la nostra casa politica da cui amministrare la nostra città! Quando, nel 2014, lanciammo questa straordinaria avventura politica, nessuno forse avrebbe scommesso su una vittoria così netta. Eppure, ne abbiamo fatta di strada, fino a quella tragica domenica mattina del 10 dicembre scorso, quando se n’è andato il nostro Fabrizio, il nostro amato Sindaco, l’anima e l’ispiratore di quei movimenti civici. La persona cui va la mia più immensa gratitudine per quello che mi ha insegnato, al liceo come nella vita, e per avermi portata nell’agone politico ad impegnarmi in prima persona per Spoleto. È stato un percorso faticoso, duro, pieno di ostacoli ma anche ricco di risultati straordinari che hanno sempre dato tanta spinta ad agire! Desidero ringraziare tutti coloro con i quali ho condiviso questa esperienza amministrativa, anche coloro i quali hanno poi deciso di percorrere altre strade. Le esperienze importanti vissute insieme ed i risultati raggiunti non si dimenticano!

E sono qui per mantenere e rilanciare il mio impegno per la città candidandomi a Sindaco. Sono nata e cresciuta a Spoleto: dopo il diploma, la laurea in Ingegneria Elettronica e le prime esperienze professionali, che mi hanno portato a lavorare fuori, sono tornata nella mia amata città natale, per insegnare proprio in quel Liceo “A. Volta” a me tanto caro. Ma a chi me lo chiede, rispondo che sono anzitutto una mamma orgogliosa di due maschietti di 7 e 10 anni. Per questo, l’impegno per i giovani di Spoleto, tra le altre cose, mi tocca da vicino, aspirando ad una città in grado di offrire opportunità a quei bambini e ragazzi che rappresentano il futuro della nostra città!

Utilizzerò questo spazio per raggiungere il maggior numero di persone possibile e spiegare cosa è stato fatto dall’Amministrazione uscente e cosa intendo fare attraverso il Programma di Governo per Spoleto per i prossimi cinque anni. Anzitutto parto da quanto è stato fatto perché con ogni probabilità, in questi anni, abbiamo pensato a lavorare a testa bassa per risolvere molte criticità e amministrare nello stesso tempo, senza pensare a comunicare i risultati che stavamo producendo. Spesso, invece, ho letto e ascoltato tanta disinformazione che, al di là delle idee politiche, non rende comunque onore e giustizia a fatti concreti prodotti dall’Amministrazione.

È allora giunto il momento di mostrare a tutti alcuni importanti risultati: il risanamento del bilancio del Comune con l’azzeramento in tre anni dei quasi € 6 milioni di buco e la riduzione del disavanzo tecnico di oltre € 5 milioni, senza abbassare il livello dei servizi ma lottando l’evasioneazzerando i giorni di utilizzo dell’anticipo bancario, il che vuol dire che il Comune non paga più interessi passivi alle banche per questa forma di indebitamento, razionalizzando le spese, soprattutto attraverso la riorganizzazione del personale.

Attraverso l’opera di risanamento del bilancio, abbiamo iniziato il rilancio delle opere pubbliche, abbiamo dato il via al Polo Scolastico 0-6 anni Montessori e alla Scuola Materna di Eggi, abbiamo iniziato l’adeguamento degli impianti sportivi, abbiamo attratto importanti eventi sportivi e culturali, abbiamo dato vita ad un progetto di innovazione per la città sia attraverso l’Agenda Urbana sia attraverso DigiPass, sia attraverso la Banda Larga; abbiamo inserito Spoleto nel cratere, con numerose e importanti ricadute economiche per tutta la città, senza dimenticare i numerosi progetti di inclusione e supporto sociale che abbiamo realizzato in questi quattro anni!

Sono fiera di aver contribuito da Vice Sindaco a questi risultati e di un’opera così profonda! E adesso guardo avanti con fiducia e ottimismo, pronta a continuare il lavoro iniziato 4 anni fa, e soprattutto a proiettare Spoleto in un futuro fatto di innovazione, successo, sviluppo, benessere diffuso. Intendiamo creare un ecosistema produttivo di infrastrutture e servizi con cui attrarre eccellenze produttive italiane a Spoleto, così da catalizzare flussi produttivi e turistici; intendiamo valorizzare i musei, i monumenti e i teatri della città facendone vere leve di sviluppo turistico e culturale; intendiamo facilitare un Polo di Alta Formazione sia nel turismo sia nella gestione di beni culturali; intendiamo rivedere profondamente la Rocca e la sua governane facendone un vero elemento di richiamo turistico per la città; intendiamo fare sistema di più e meglio col festival dei Due Mondi; intendiamo facilitare un Polo di Alta Formazione dedicato al turismo ed alla gestione dei beni culturali in chiave digitale; intendiamo rinforzare il trasporto ferroviario lavorando al concetto di metropolitana interregionale; intendiamo proseguire e rinforzare i programmi di inclusione sociale.

Sono nata e cresciuta qui, conosco bene la mia città e l’esperienza amministrativa maturata mi ha permesso di comprendere bene i meccanismi della macchina comunale. Dopo aver risanato i conti, è venuto finalmente il momento di guardare allo sviluppo! Spoleto è da sola un grande marchio, espressione di cultura, eccellenze produttive, bellezza architettonica! È venuto il momento di portare Spoleto sulla ribalta internazionale ed assicurare benessere a tutti

Condividi

Le nostre liste

Sono state depositate alle ore 11 di oggi le liste, i simboli e il programma a sostegno del candidato sindaco Maria Elena Bececco.

Questa la lista di Spoleto Popolare: Antonio Cappelletti (capolista), Enrico Armadoro, Walter Cieri, Ilaria Frascarelli, Arianna Antinori Petrini, Emanuela Bisogni, Andrea Bruschi, Susanna Bufalini, Romina Caporicci, Federica Costa, Anna Lucia Cuzzini Neri, Maurizio Dainelli, Endrio Del Frate, Nadia Durastanti, Stefano Fagioli, Federica Federiconi, Kastriot Palaj, Luca Paloni, Giuliana Silvestri, Attilio Trapanese, Marco Trombettoni, Giovanni Maria Valentini, Francesco Zualdi, Anna Maria La Paglia.

Questa la lista di Alleanza Civica: Gianmarco Profili (capolista), Maria Cecilia Massarini, Roberto Settimi, Luciano Bartoli, Lorenzo Bisogni, Anna Rita Bocchini, Umbro Brutti, Maria Emilia Ciannavei, Emanuela Conti, Matteo Filippi, Samuele Gennari, Caterina Grifoni, Mara Mancini, Umberto Mazzoli, Valeria Pasquinelli, Luigi Pugliese, Paolo Quondam Girolamo, Susi Rosati, Catia Santini, Fabiola Silvani, Silvia Trabalza, Luigi Trollini, Michele Tuzi, Giulia Musci.

Il programma del candidato sindaco, sotto lo slogan “Insieme per continuare”, vuole proseguire nell’azione già avviata quattro anni fa. Le nostre motivazioni e la nostra passione per il bene comune sono ben distinte e lontane dell’interesse personale, dai giochi politici e dal tornaconto elettorale. La visione che condividiamo è mettere al centro di ogni azione politica e amministrativa il cittadino, l’uomo, la donna, la famiglia.

La situazione economico finanziaria ereditata era complessa e grave e non è stato facile realizzare il risanamento dei conti mantenendo tutti i servizi e non gravando sui cittadini con l’aumento delle imposte. Il metodo ha pagato ed abbiamo tutte le intenzioni di proseguire sulla strada del consolidamento del bilancio pubblico comunale. Alcuni pezzi del programma che avevamo presentato sono da concludere, molti interventi avviati devono essere portati a termine, altri sono stati programmati e pianificati. Si poteva fare di più? Sicuramente, ma l’amministrazione, e crediamo di poter dire tutta la città, hanno dovuto fare i conti con eventi imprevedibili che hanno richiesto un impegno straordinario. Riteniamo che sia doveroso tentare  tornare al governo della città per non interrompere il buon lavoro che abbiamo avviato. Pensiamo che lo stop alla continuità programmatica e amministrativa potrebbe costituire per Spoleto un danno che non può permettersi di fronte alle tante urgenze che restano da affrontare e ai tanti programmi che restano da completare.

Il programma di Spoleto Popolare e Alleanza Civica a sostegno di Maria Elena Bececco verrà presentato, insieme ai candidati, sabato 19 maggio.

Condividi

#fatticoncreti: Il Cittadino al Centro.

#fatticoncreti: Il Cittadino al Centro.

L’attività della nostra Amministrazione si è distinta per una forte attenzione al cittadino, che abbiamo sempre cercato di mettere al centro della nostra azione di Governo.

E lo abbiamo fatto non solo attraverso le grandi opere, ma anche con piccole operazioni, come il trasferimento della Farmacia Comunale, che, soprattutto proprio in ragione della nuova posizione, ha generato un incremento del fatturato ed un conseguente aumento dell’attivo di bilancio pari a €100.000, destinato a diverse attività sociali.

Inoltre, abbiamo finanziato il progetto per accoglienza dei senza tetto “Guido Minestrini”, la lotta alla povertà, un programma per favorire l’inclusione sociale.

Le famiglie i ragazzi della nostra comunità hanno sempre avuto un ruolo fondamentale e centrale nelle nostre politiche: infatti, abbiamo promosso un tavolo inter-istituzionale sull’adolescenza; il progetto sul sostegno socio-educativo alla famiglia; il progetto contro l’istituzionalizzazione dei minori; l’assistenza domiciliare a minori, anziani e disabili; un progetto di integrazione attiva rivolto agli anziani.

Sappiamo che molto ancora c’è da fare, ma anche sul tema dell’innovazione sociale abbiamo tracciato un percorso di profondo cambiamento e forte crescita, sul quale intendiamo continuare con determinazione!

Condividi

#fatticoncreti: Spoleto nell’area del cratere

#fatticoncreti: Spoleto nell’area del cratere

I terribili eventi sismici che hanno messo in ginocchio il centro Italia nel 2016 sono ancora vivi nella memoria di ciascuno. In questi anni abbiamo però imparato a convivere con questi drammatici fatti e anche a superarli. Perché non è importante quante volte cadi, ma la velocità con cui ti rialzi.

E una delle ultime battaglie del nostro amato Sindaco Fabrizio Cardarelli è stata proprio quella di volere fortemente l’inserimento di Spoleto nell’Area del Cratere. Una scelta non da tutti condivisa, ma che alla luce dei fatti si è rivelata invece preziosa!

Questa scelta ha infatti consentito di beneficiare dei Fondi Governativi speciali destinati al consolidamento geologico del territorio, dell’area dello stadio comunale, ed alla promozione culturale e turistica della città e del territorio, con fondi per oltre € 3 ml.

Un aspetto per noi fondamentale è stato l’accordo stipulato con la Croce Rossa Italiana per l’utilizzo del Palatenda di Viale Marconi: grazie ad un contributo di € 900.000, sarà non solo un centro polifunzionale per lo sport, ma anche un punto di raccolta per le emergenze.

E l’inserimento di Spoleto nell’Area del Cratere ha significato € 30 milioni per le opere pubbliche e soprattutto € 56 milioni per la banda ultra larga al fine di cablare in fibra ottica i comuni del cratere: un’infrastruttura tecnologica straordinaria, i cui lavori inizieranno a breve, e che ci consentirà di attrarre aziende ed investimenti produttivi, migliorando sensibilmente i servizi di telecomunicazione.

Dunque, Spoleto nel Cratere è stata una mossa vincente perché ha permesso inevitabilmente di dare una spinta propulsiva al territorio che adesso dobbiamo gestire e capitalizzare al massimo nel prossimo futuro!

Condividi

#fatticoncreti: I conti tornano e consentono il rilancio delle grandi opere.

#fatticoncreti: I conti tornano e consentono il rilancio delle grandi opere.

“Ma perché a Spoleto non si fa nulla per la città e i cantieri che aprono non chiudono mai?”

Questo è il pensiero comune che ciascuno ha sempre fatto riguardo ai lavori pubblici a Spoleto. Le difficoltà sono state legate prevalentemente al disastro del bilancio. La nostra Amministrazione è stata in grado di dar vita ad un’operazione di sistemazione e consolidamento del bilancio stesso, che, attraverso l’azzeramento del buco, del disavanzo tecnico e dell’anticipo bancario, ha consentito adesso una gestione più florida e la realizzazione di oltre € 1,2 ml di lavori pubblici nel 2017, oltre allo stanziamento di altri € 644.000 solo per la prima parte del 2018.

Insomma, questo è un netto segnale che i lavori in città stanno ripartendo!

Ma l’amministrazione non si è fermata solamente ai lavori pubblici: guardando alle generazioni future e investendo per loro, ha catalizzato complessivamente € 1 ml per l’apertura del Polo Scolastico Montessori a Spoleto (per i bambini da 0 a 6 anni) e altri € 380.000 per la Scuola Materna di Eggi, oltre a € 1 milione per l’adeguamento dei nostri impianti sportivi della pista di atletica (€ 800.000 dal CONI e € 200.000 dal Comune).

Perché siamo convinti nella necessità di innovare a beneficio delle generazioni future!

Grazie al risanamento dei conti pubblici, la nostra Amministrazione è riuscita anche ad intervenire positivamente per attrarre alcuni eventi sportivi di grande risonanza: una tappa del Campionato Mondiale Enduro, che tra piloti, team, staff e tecnici, ha portato 1.650 persone a Spoleto; il Campionato Mondiale Amatoriale di Scacchi, con 270 scacchisti provenienti da 67 Nazioni; una tappa del Campionato Italiano Trial.

La visibilità internazionale di questi eventi ha portato alla ribalta Spoleto, straordinario teatro naturale di rara bellezza!

Altro aspetto di grande attenzione strategica da parte della nostra Amministrazione è l’inclusione sociale ed il supporto alle categorie più deboli: siamo riusciti ad entrare nel Progetto ERASMUS per un valore di € 462.000, stanziando € 80.000 e raccogliendone altri € 40.000 attraverso sponsor, allo scopo di realizzare un grande evento in Mountain Bike sulla Spoleto Norcia a fine agosto dedicato ai disabili ed ai diabetici. Inoltre, la nostra Amministrazione, attraverso il sostegno della Regione, ha contribuito per € 790.000 al PRINA (Piano Regionale Integrato per Non Autosufficenza), stanziando anche ulteriori € 16.000 per il nuovo Centro Antiviolenza contro le Donne.

Perché crediamo nel valore dell’innovazione sociale e nel tendere sempre la mano del sostegno alle categorie più deboli!

Condividi

#fatticoncreti: il risanamento dei conti pubblici

#fatticoncreti: il risanamento dei conti pubblici

La situazione delle casse della nostra città era disperata 4 anni fa, ed oltre al disastroso impatto sulla nostra comunità per le difficoltà a fare le opere più essenziali come la manutenzione delle strade, precludeva molti investimenti in sviluppo produttivo e sociale.

Eppure, la nostra Amministrazione è riuscita a passare dal rischio del commissariamento all’azzeramento del buco del bilancio, agendo su due leve principali: la razionalizzazione delle spese e l’incremento delle entrate recuperandole all’evasione tributaria. Questo ha permesso la riduzone progressiva del buco di bilancio fino al suo azzeramento nel 2016:

  • 2013: €- 764.901,50
  • 2014: € 1.812.591,66
  • 2015: €-454.348,06
  • 2016: € 0,00

Nello stesso tempo, l’Amministrazione Comunale ha fronteggiato con successo anche il disavanzo tecnico, quello legato tipicamente ai bilanci degli enti pubblici:

  • 2014: € -17.309.739,07
  • 2015: € -16.434.924,18
  • 2016: € -14.430.284,92
  • 2017: € -11.963.096,83

Dunque, dal lato del bilancio, fra ripianamento del buco e riduzione del disavanzo tecnico, la nostra Amministrazione ha recuperato € 11.111.543,74 in 4 anni.

La prima leva su cui abbiamo agito è stata la lotta all’evasione, recuperando molte risorse provenienti da tributi (soprattutto IMU e TARSI) non pagati. Contemporaneamente, abbiamo agito sulla razionalizzazione della spesa e di alcuni costi del personale, come ad esempio la riduzione del numero di dirigenti da 8 a 5. Queste misure hanno generato un risparmio annuo di € 700.000.

Infine, siamo riusciti a rendere virtuosa la gestione finanziaria del bilancio: nel 2014 si pagavano interessi passivi pari a € 30.653,00, dovuti al ricorso al fido bancario. L’Amministrazione Comunale ha completamente azzerato il ricorso a tale metodo d’indebitamento, riducendo i giorni di utilizzo dell’anitcipo da 349 nel 2014 a zero nel 2017.

Tanto per essere chiari: questi sono numeri e fatti concreti, non opinabili, che la nostra Amministrazione è stata capace di realizzare negli anni di buon governo della città!

Condividi

#fatticoncreti: la cooperazione Pubblico Privato.

 

#fatticoncreti: la cooperazione Pubblico Privato.

Quando la giunta si è insediata, uno degli obiettivi più sfidanti che ci siamo posti è stato quello di attrarre fondi pubblici e privati per lo sviluppo di progetti attuali e futuri, al fine di realizzare un ecosistema capace di rendere sempre più attrattiva la nostra città, sia in termini turistici, sia in termini produttivi. Pertanto, con lo sguardo sempre attento a tutte le opportunità, siamo riusciti ad attrarre oltre € 18 ml di fondi nei nostri 3 anni di governo della città!

Tra i risultati che maggiormente spiccano per il lustro che danno alla città, ricordo il rifacimento di Piazza Pianciani attraverso il contributo di AURI, l’Autorità Umbra per i Rifiuti e Idrico, grazie alla presenza di Spoleto nel Consiglio Direttivo, alla disponibilità di € 40.000 del Comune, ed al contributo di BPS-Banco Desio, Fondazione Carispo e OVS (con € 20.000 ciascuno).

Altra opera realizzata è stata il rifacimento della storica Piazza del Mercato, la più antica di Spoleto, sempre attraverso AURI, ed il restauro della fontana grazie al prezioso supporto del Rotary Club.

Grazie alla nostra attività, abbiamo intercettato € 560.000 di fondi del PSR, il Piano di Sviluppo Regionale, per il rifacimento della strada Protte-Beroide, che versava in condizioni disastrose e pericolose per i residenti a causa della mancata manutenzione negli anni.

Poi ci sono la valorizzazione della nostra splendida Rocca Albonoziana, con un investimento di € 3.385.000 e altri € 900.000 per i camminamenti; la messa in sicurezza del Ponte delle Torri, con € 1,6 milioni; il progetto di valorizzazione e tutela ambientale per la Fascia Olivata e Monteluco, del valore di € 4,2 milioni; i primi interventi sulla Caserma Minervio per € 3 milioni; la riqualificazione della Piscina Comunale e del Circolo Tennis.

Ma soprattutto abbiamo lavorato a progetti che creassero valore alla città ed alla nostra comunità anche attraverso l’innovazione tecnologica: il Progetto Smart City legato all’Agenda Urbana, per finanziare l’utilizzo del Bike & Car Sharing, l’illuminazione intelligente, il Wi-Fi gratuito con investimenti pari a € 3,7 milioni; la realizzazione del DigiPass, con un investimento di € 240.000, dove usare i sistemi digitali, supportare gli utenti per l’uso dei servizi pubblici online ed inserire l’InformaGiovani.

Siamo infine orgogliosi di essere riusciti ad evitare la chiusura della Caserma Garibaldi e della Scuola di Polizia, incrementandone addirittura il numero di unità lavorative presenti.

Insomma, abbiamo tracciato un percorso virtuoso di crescita sociale ed economica per la nostra città, che intendiamo portare avanti!

Condividi